Torna a Eventi FPA

Il tema

COLLOQUIO ITALIANO PER LA LOGISTICA SANITARIA

L’innovazione del sistema logistico è da tempo considerata la chiave per migliorare le prestazioni e l’efficienza delle nostre strutture sanitarie. Eppure questa consapevolezza, unita a quella che questa innovazione non costerebbe nulla ai cittadini, non ha prodotto il decollo di un sistema logistico nuovo.

E’ tempo di agire rapidamente con una risposta di sistema che deve prevedere:

  • innovazione organizzativa delle strutture, perché diventino asset strategici di sviluppo. Attraverso hub logistici esterni e una rete operativa interna; gestione terziarizzata; delocalizzazione in aree idonee; micrologistica, che introduce sistemi gestionali di controllo del flusso magazzino di reparto/somministrazione, con indubbio beneficio per il paziente.
  • innovazione delle competenze (capacity building) manageriali e specifiche dei professionisti e degli operatori, in grado di garantire la governance e il planning del processo attraverso indicatori di performance e customer satisfacion, con la certezza che l’innovazione logistica sia una grande occasione di contrasto al rischio clinico, che si genera in ospedale.
  • innovazione tecnologica con la condivisione reale e la gestione sicura dei dati e delle informazioni; i sistemi identificativi; l’aggancio e alimentazione del processo di predisposizione del FSE.

Con una risposta di sistema sarà possibile tagliare il traguardo dell’innovazione della logistica sanitaria, intesa come leva per la sostenibilità del SSN, l’appropriatezza dei processi di cura e assistenza e lo sviluppo del Paese.

L’idea: Il Colloquio italiano per la logistica sanitaria

Quale scelta strategica per lo sviluppo e la sostenibilità del SSN, FPA assume l’iniziativa di un intervento specialistico, stabile e di alto livello sulla logistica sanitaria.

Per cercare di passare finalmente dalle parole ai fatti, FPA costituisce il Colloquio Italiano per la Logistica Sanitaria (nel seguito, Colloquio Italiano).

Cosa si propone

Colloquio Italiano si propone di:

  • connettere tra loro attori oggi distanti, proponendo l’apertura di un Tavolo istituzionale allargato con la Conferenza delle Regioni;
  • stilare la Carta di Roma della Logistica Sanitaria, un documento che indicherà quattro ambiti di progettualità ed azione:
    1. Ambito per il legislatore ed il governo nazionale e regionale;
    2. Ambito per le aziende sanitarie locali;
    3. Ambito per le organizzazioni mediche e delle altre professioni sanitarie, professionali;
    4. Ambito per i fornitori ed i provider di logistica sanitaria.
  • individuare una Regione in cui sperimentare una soluzione completa di micro e macrologistica prototipale, misurabile nei risultati e replicabile;
  • diventare il Tavolo permanente italiano sulla Logistica Sanitaria.

Colloquio Italiano si candida quale punto di riferimento per l’innovazione della logistica sanitaria intesa come leva per:

  • migliorare la qualità dell’assistenza e della cura;
  • aumentare l’efficienza delle strutture sanitarie nell’erogazione dei servizi;
  • ridurre i costi della gestione ospedaliera e sanitaria;
  • contribuire alla ripartenza economica del Paese.

Le indicazioni che emergeranno dal Colloquio Italiano saranno oggetto di    realizzazione triennale, con azioni di monitoraggio nello stesso periodo, quale garanzia di affidabilità degli impegni assunti.